Dopo le vacanze quello che resta è il ricordo del buon cibo

Un pesce leggero e senza lische, lo storione
27 Luglio 2017
Vuoi mantenere la tua forma fisica anche in inverno?Ecco 9 cibi che aiutano il tuo organismo
13 Settembre 2017
Show all

Quando si parte per le vacanze estive, oltre al relax,all’abbronzatura e al divertimento, c’è anche la libertà di mangiare piatti tipici senza troppi sensi di colpa per la propria forma fisica, infatti il momento delle vacanze che più resta impresso ai viaggiatori italiani è il cibo, o meglio il food selfie.

Secondo una ricerca della Coldiretti, circa il 38% dei turisti ha inviato agli amici e postato sui social, le foto dei piatti gustati in villeggiatura.

Una passione che contagia soprattutto in vacanza quando la mente è sgombra da qualsiasi pensiero, ma soprattutto perchè il cibo è divenuto un’attività gratificante ma anche motivo di aggregazione e al tempo stesso socializzazione sul web.

Instagram, il social network delle foto per eccellenza è stato letteralmente invaso di immagini di ogni genere di piatto, diventate argomento di discussione e scambio di like.

Coldiretti afferma che durante le vacanze estive il 58% degli italiani ha scelto di mangiare nei locali: al ristorante, in pizzeria,negli agriturismi, nei pub e nei fast food, mentre il 22% ha preferito cucinare per amici e famiglia nelle casa vacanza.

Secondo questa ricerca sembra che per gli italiani il cibo sia sacro, infatti  preferiscono risparmiare sull’alloggio piuttosto che sulla spesa per il cibo, e poi se si viaggia il bello è anche assaporare nuove cucine anche per conoscere la storia, la cultura e le tradizione che racchiude il prodotto. Invece il 79%  preferisce assaggiare il cibo locale mentre il 19% ricerca i sapori di casa e il resto si affida alla cucina internazionale.

I prodotti locali possono essere anche dei souvenir, infatti il 36% degli italiani li acquista come ricordo sia per se stessi che per altre persone a cui donarli.

Insomma il cibo è buono e di tendenza, il food selfie è destinato a un rapido sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *